Del 25 aprile da emigrata (e del perché va bene così)

Bella Addormentata
N° 1, dei rosicamenti martellanti

Perché dormire/studiare/affrontare l’ansia del lunedì/lavorare quando potrei essere al Pratello?


N°2, della gioia & della riconoscenza
Vedo le vostre foto, leggo i post che condividete, leggo di lotte e resistenze storiche e quotidiane e penso a quando – mille anni fa o il primo anno di università – un’amica mi disse che sarebbe andata a Monte Sole anche se avrebbe dovuto studiare per l’esame, “perché per me è inconcepibile non festeggiare il 25 aprile”. E io che pensavo, mah, ok, Liberazione e quant’altro, ma da noi (Veneto → Treviso → Sinistra Piave etc ect… ma non voglio generalizzare, quindi dirò nel mio milieu familiare/culturale) il 25 aprile più che altro era un giorno X, in cui stare a casa da scuola e dormire fino a tardi e stop.

Read More

Razzismo super decomplessificato – Se la “moda islamica” mette a nudo il razzismo di stato

VignettaPlantu

Il blog Abbatto i Muri ha gentilmente pubblicato la mia traduzione dell’articolo Racismes hyper-décomplexés, apparso sul sito francese LMSI – Les Mots Sont Importantes.net a firma di Faysal Riad.

In Francia, dopo le affermazioni della ministra Laurence Rossignol (“eccerto che ci sono donne musulmane a favore del velo. C’erano anche dei negri afr…americani che erano favorevoli allo schiavismo!”) la discussione politica è stata martellante e continua. Ne sono uscite analisi meravigliose, molte delle quali pubblicate sul sito LMSI – Les Mots Sont Importantes (tra le altre: Laurence Rossignol, la négresse musulmane et voilé que je suis vous emmerde). Io ho deciso di esportare una parte dei dibattiti a cui sto assistendo, e l’ho voluto fare con questa traduzione qui.

Read More